venerdì 30 novembre 2007

Lo specchio rotto


I nostri politici sono molto potenti. Ci siamo illusi e ci illudiamo di poterci liberare di loro, ma ciò sarà molto difficile. Si riproducono continuamente come il cancro e non si riesce a trovarvi una cura.
Riescono a spostare enormi masse di persone e a spingerle a votarli, riescono a far fare ai magistrati (per fortuna ancora non a tutti) quello che più gli fa comodo. Sono servi dei poteri economici ma allo stesso tempo fondamentali per essi. E' gente scaltra, furba e intelligente, che sa come muoversi, forte di lunga militanza nei palazzi dei complotti degli intrighi e degli inciuci. Sono nessuno, ma allo stesso tempo molto più di tutti noi. Sono gli stessi che, quando questa italietta scoppierà, avranno un posto al sole in qualche luogo remoto e rilassante. Sono il riflesso degenerato di quello specchio rotto rappresentato dalla popolazione italiana.
I rigurgiti di nobiltà, lucidità, importanza e fierezza di pensiero, non trovano più asilo in questo posto avviluppato dalle tenebre.

Nessun commento: